Uno staff di 50 persone, 48 atleti con un centinaio di persone a seguito tra coach e team, 30 atleti per la parte show, connubio di musica dal vivo, cheerleading  e pool dance, un ufficio Stampa e Comunicazione, 2 promoter, Alex Negro e il Maestro Carlo Barbuto. Questi i numeri per uno dei galà più attesi dell’anno: Thai Boxe Mania. Risultato? Un palazzetto, il Palaruffini, gremito di 4.000 persone scalpitanti e una serata indimenticabile.

Quest’anno più che mai la mania ha travolto nuovamente Torino. Ovunque. Nelle strade, nelle edicole, su internet, nei portali dedicati e non solo, sui social network…nei maggiori quotidiani e in tv nei format di settore: per i tre mesi precedenti non si è fatto che parlare di THAI BOXE MANIA, il più riuscito connubio di sport da combattimento e show di alto livello.

Per lo show, il promoter Alex Negro ha scommesso sul cheerleading, sport ancora sconosciuto in Italia, anche se in forte ascesa, e ben consolidato e popolare in USA.

Match-Making-2014-520-1

Nella prima parte pomeridiana si sono esibite, coordinate da Cheersitalia, le ragazze che hanno fatto le selezioni per diventare cheerleader proprio in vista di Thai Boxe Mania e dopo un mese di preparazione hanno avuto la loro occasione di fronte ad un pubblico comunque già numeroso. Negli spettacoli serali, grazie alla collaborazione con la Fisack si sono esibiti gli atleti professionisti del settore, tra cheerleader (Eporedia cheers) ginnasti acrobati (Acro Sport Grugliasco) la campionessa italiana di Pooldance Valeria Bonalume e la straordinaria partecipazione della nazionale Italiana Fitkid. Non è mancata la bellezza e l’eleganza di una storica patner di ThaiBoxeMania, la violinista Luvienne.

Continue reading La mania che non smette di travolgere Torino